I King N° 15 - "La modestia"
"I King, il libro dei mutamenti"
tecnica mista,  cm 32 / 25

Sabato 7 giugno
T e a t r o S t u d i o Fo c e
20.30

In gemellaggio con il Festival di poesia Torino Poesia
Tiziano Fratus presenta in anteprima "Polaroid" di Eliana Deborah Langiù.
21.00
"La poesia nell' I CHING" - Poesia cinese e linguaggio oracolare
Con Shantena Sabbadini, Patrizia Gioia, Francesca Brandani.
Performances calligrafica cinese di Bruno Riva,
in collaborazione con il Centro Culturale Cinese di Lugano "Il Ponte".
Esposizione illustrazioni del ciclo "I CHING" di Cornelia Forster.

Poestate 2008 presenta:
 illustrazioni di
Cornelia Forster
 per
"I Ching"
il Libro dei Mutamenti

Sabato 7 giugno 2008
21:00
Teatro Studio Foce
Lugano
Switzerland
Zum nächsten Bild
To the next picture
Alla prossima immagine
À la prochaine image
To the next picture - Zum nächsten Bild - Alla prossima immagine - À la prochaine image
BIOGRAPHY
SITEMAP
POESTATE
Cornelia Forster
ADHIKARA
CONTEMPORARY ART GALLERY



CHE COS' È  "I CHING" ?

I Ching, il Libro dei Mutamenti, è uno dei più importanti classici della cultura cinese. Considera l'esistenza attraverso 64 momenti fondamentali, che possono capitare ad ogni essere umano. Queste 64 situazioni non sono statiche, ma dinamiche, concernono le peripezie, ripiegamenti o evoluzioni della persona e della sua vita, e da qui proviene il nome: Mutamenti. Il testo ci invita a pensare la realtà nei suoi aspetti più profondi, nelle sue esperienze più decisive. In una visione delle cose di tipo arcaico, I Ching veniva inteso come un libro di divinazione. In realtà è un libro di meditazione, in campo psicologico e morale. Ciascun capitolo è contrassegnato da un esagramma, un segno composto di sei linee orizzontali, le quali possono essere un tratto continuo o spezzato. In totale le combinazioni sono appunto 64. A ogni segno è unito un testo basato sulla contemplazione della natura: il fuoco, la terra, il cielo, il tuono, il lago ecc. A prima vista, il testo pare misterioso, una poesia ermetica od oracolare, oppure generico. In realtà sollecita profondamente il lettore a guardare dentro se stesso, e allora il senso della consultazione acquista significato a seconda del vissuto di ognuno.
L'origine di I Ching è preistorica e rimane ignota. È stato ampliato attraverso i secoli; la raccolta completa proviene, secondo la tradizione, dal re Wenn e venne riveduta ai tempi di Confucio. In Occidente entrò con le traduzioni fatte tra Otto e Novecento; il suo maggior estimatore occidentale fu Carl Gustav Jung.
L'artista svizzera Cornelia Forster (1906 - 1990), che trascorse molti anni nel Ticino, a Sala Capriasca, eseguì in tecnica mista le illustrazioni del ciclo completo di I King nel 1972. POESTATE ne presenta una selezione.

Poestate 2008 presenta le illustrazioni di Cornelia Forster per "I Ching", il Libro dei Mutamenti

Le 64 illustrazioni per "I King, il lbro dei mutamenti" sono state eseguite da Cornelia nel tempo di nove mesi nel 1971-72 e pubblicate nel 1972 nelle edizioni Square Gallery di Milano. Le 64 tavole sono poi state esposte alla galleria d'arte "il claustro" di Porza e alla galleria d'arte "Adhikara" a Tesserete in Svizzera, a Milano alla "Square Gallery", a Firenze, Napoli, e Padova in Italia, ed a Philadelfia negli USA.





Ricerca personalizzata





























 

 

Cornelia Forster
 

 

Adhikara Art Gallery
updated 05.07.16



 

 

Adhikara Art Gallery
updated 05.07.16